La Pillirina

La Storia

E’ notte. I pescatori attendono in silenzio che le reti facciano il loro dovere, scrutano pigramente la costa in lontananza, un bagliore richiama l’attenzione di uno di essi. E’ un chiarore tenue e si muove all’interno di una grotta, il pescatore aguzza la vista e si rende conto che si tratta di una giovane donna. E’ vestita di bianco, i raggi della luna si riflettono in lei fino a dare l’impressione che risplenda di luce propria. Cosa ci fa una ragazza nel cuore della notte all’interno di una grotta? Il pescatore fa un sorriso amaro, conosce la  sua sfortunata storia, è la “Pillirina” – la pellegrina. La luna piena era il segnale per la ragazza per sgattaiolare fuori casa ed incontrare il suo amore. L’uomo a cui lei aveva donato il cuore era un marinaio, la famiglia le aveva impedito di vederlo ma il divieto non l’aveva fatta arrendere e ad ogni luna piena si incontravano dentro la grotta e su un letto di alghe si amavano. L’idillio non durò a lungo, una delle notti di luna piena fu accompagnata da una fortissima burrasca ma neanche il tempo era in grado di fermare l’innamorata che decise di sfidare anche la tempesta per rivedere il suo uomo. Quando fu lì del marinario non vi era traccia, forse era disperso in mare a causa della tempesta o forse aveva semplicemente cambiato idea, nessuno lo avrebbe mai saputo. La ragazza rimase lì ad aspettarlo tutta la notte. Decisa a non accettare la perdita continuò il suo pellegrinaggio ogni luna piena, sperando ogni volta di ritrovare il suo amato. Da allora per tutti è diventata la grotta della Pillirina, in onore alla giovane che tuttora nelle notti di luna piena se se va pellegrinando in cerca del suo amore.

Dove si trova

Per guardare il video scarica l’App di Labirinto Sicilia!